Il Rotary Club di Pontedera

ROTARY CLUB DI PONTEDERA - Inizio anno Rotariano.

La lettera del Presidente Cristina Martelli

     

Carissimi soci,

siamo all’inizio di una nuova annata rotariana, quella che avete voluto affidare alla mia presidenza.

Sono molto onorata di questo incarico e mi auguro di essere all’altezza del compito.

Sarà un’annata impegnativa: il Presidente internazionale Barry Rassin ci invita a vivere i valori rotariani e ad “Essere di Ispirazione” : è un richiamo alle origini del Rotary, quando i soci si ritrovavano per stare in compagnia, creare amicizie, allacciare contatti in seno alla loro comunità. Con i Service, i rotariani sono passati all’azione per fare del bene nel mondo.

 

E il Rotary è cresciuto ed è diventato un network globale dove le persone con talento ed energia possono crescere e insieme innescare un cambiamento positivo con coraggio, ottimismo e creatività. Il messaggio di Barry Rassin è stato pienamente recepito dal Governatore 2018-19 Massimiliano Tacchi che ci chiama in questa annata ad essere semplici, a vivere i valori rotariani nella quotidianità e nella professione. Condivido con forza questi messaggi e sono particolarmente orgogliosa di essere rotariana e di ispirare a questi valori l’azione del nostro Club.

 

Ringrazio i soci che hanno accettato ruoli di particolare impegno per questa annata, ma sarà solo tutti insieme che potremo rafforzare la nostra amicizia e produrre un impatto positivo sulla comunità locale. Alcuni spunti per passare all’azione.

L’impegno di ognuno di noi per contribuire al “benessere” del nostro Club troverà opportunità molteplici per esplicarsi: una conviviale ogni mese, nella quale accoglieremo ospiti per parlare di temi di attualità e di cultura: economia e innovazione, arte, territorio, salute.

Una seconda conviviale, quando possibile condivisa con altri Club, potrà essere l’occasione per una visita ad un luogo o ad una mostra, per partecipare ad un concerto o visitare una cantina, con l’intento di vivere appieno la bellezza e la ricchezza che il luogo in cui viviamo ci offre.

I caminetti alterneranno le conviviali e saranno l’occasione per organizzare insieme le attività e di ritornare alle origini del Rotary, quando Paul Harrys e i suoi amici si ritrovavano nei loro studi o nelle loro fabbriche. Fin d’ora invito chi ne abbia piacere a segnalare la disponibilità ad ospitare nella propria sede di lavoro il nostro Club per un caminetto dedicato a conoscerci meglio.

E per migliorare l’azione interna, valuteremo anche il giorno più adatto per le riunioni, proponendo alla prima assemblea di ritrovarci, di norma, il mercoledi.

L’azione professionale ci darà l’opportunità di “essere di ispirazione” nel quotidiano promuovendo nel nostro lavoro, oggi con più urgenza di sempre, elevati requisiti etici e di offrire la nostra competenza e capacità professionale per chi ne ha bisogno.

Per l’azione comunitaria oltre a proseguire nelle iniziative ormai consolidate del Club, vorrei proporre di condividere il progetto di Casa Ilaria, una grande opera che arricchirà la nostra comunità di servizi per dare sollievo alla disabilità e alle famiglie che la sostengono quotidianamente. Per questo progetto abbiamo già ottenuto l’aiuto della Rotary Foundation.

L’azione internazionale ci porterà a riallacciare i contatti con il nostro Club gemellato di Pont du Gard con la speranza di incontrarci al più presto.

Quanto all’azione giovanile, mantenere la vicinanza al nostro Rotaract, sarà non solo un impegno per essere di ispirazione, ma una fonte sicura di energia e di vitalità che i nostri giovani sanno darci.

 

Essere di ispirazione significa agire, ma anche far conoscere il nostro impegno: per questo saremo impegnati nella comunicazione e nelle pubbliche relazioni “fare e fare sapere”.

Oggi, come alle origini, credo che il Rotary sia un’occasione formidabile per vivere relazioni professionali e personali nelle nostre comunità e in un network globale, per scambiare esperienze, conoscenze e amicizia, per creare legami, dare opportunità e contribuire a migliorare ciò che ci circonda: sta ad ognuno di noi cogliere queste occasioni!

 

Ed è per questo, che voglio augurare a tutti noi un’annata prima di tutto piacevole, oltre che stimolante e proficua.

 

Cristina Martelli

 


ROTARY CLUB DI PONTEDERA - 55 ANNI DI STORIA, IDEE ED EVENTI

 

  Copertina Libro Rotary Pontedera  

 

Volendo citare la presentazione del libro scritta dalla stessa commissione che ne ha curato la redazione:

Il Rotary Club di Pontedera aveva bisogno che qualcuno raccontasse la sua storia. 

Occasioni ce n’erano state, come la ricorrenza dei cinquanta anni dalla fondazione, ma nessuno aveva mai preso la penna in mano.
Sappiamo che la storia è narrazione di azioni e fatti compiuti dagli uomini nel tempo e nello spazio, di cui rimane una documentazione. La storia è fatta di documenti che testimoniano l’agire degli uomini, guidati da idee e valori che li spingono a raggiungere un fine, nel caso nostro, il bene generale della comunità, la cooperazione e la pace nel mondo.

 

Della narrazione di questo lungo viaggio nel tempo e nello spazio, compiuto dalla nostra associazione, avvertì l’urgenza la presidenza Maurizio Masini, che affidò l’incarico a una Commissione di cinque soci (Oretto Bianchi, Marco Cecchini, Dario Massei, Fernando Palmae Pierangelo Rocchi). 

La Commissione si mise al lavoro sin dall’alba dell’anno 2014.

 

La presidenza successiva Alessandra Bianchi fece sua l’opera e la confermò.

Sono stati rovistati gli archivi, sono stati letti e studiati documenti e testimonianze fotografiche e attraverso di essi sono emersi giorno dopo giorno gli uomini nel loro operare alla luce dei principi rotariani. In particolare, sono passati sotto i nostri occhi i presidenti che sono stati l’anima e il fulcro di questi cinquantacinque anni di vita del club, dal 1959, anno di fondazione, al 2014.

La narrazione storica che ne è seguita non assomiglia affatto ad un manuale di tipo scolastico anonimo e incolore, ma è un affresco dai colori intensi, in cui gli uomini hanno nelle mani la guida delle azioni e degli eventi, che dirigono con razionalità alla luce dei valori perenni, che sono il fondamento del Rotary International.

 

La narrazione che vi presentiamo è, dunque, la storia di questa associazione, che procede attraverso le azioni dei suoi presidenti, è la storia di uno dei 33mila club del RI, che ad oggi comprende oltre un milione e duecentomila soci in tutto il mondo. Questa narrazione, per concludere con le parole del nostro presidente internazionale, Gary C. K. Huang, mostra “come viviamo il Rotary, come pensiamo, come ci sentiamo dentro, come agiamo. Si tratta di come facciamo la differenza, ogni giorno, in ogni club, in ogni distretto e in ogni Paese in cui svolgiamo le nostre opere”.

 

Dalla presentazione del libro, a cura della Commissione.

Vai alla pagina "archivio" (scorri gli eventi) per leggere l'intero articolo e sfogliare il libro sui 55 anni di storia del nostro Club.


Gli ultimi soci benvenuti

Lunedì 25 Luglio 2016 è stata dedicata una riunione conviviale all'importante ingresso di due nuovi e giovani soci.

 

DAVID ANGUILLESI

nato a Pisa il 28 novembre 1972

 

Proposto dal socio Maurizio Masini

 

E’ il titolare dello studio Anguillesi Canale

 

 

ELISA LATINI

 

nata a Pontedera il 01 Aprile 1978

 

Svolge la propria attività professionale presso NAVICO R.B.U. Italia.

 

Benvenuti nel nostro Club

 

Dicembre 2016 - durante la conviviale del mese di Natale, insieme con gli auguri, il Club si è fatto "dono" di un nuovo socio, cui auguriamo una felice vita Rotariana.

 

UGO LANFRANCHI

Nato a Torino il 1 ottobre 1953

 

Proposto dal socio Riccardo Gonelli

 

Ottiene la laurea magistrale in Ingegneria Civile conseguita presso il Politecnico di Torino nel 1977. Corsi di formazione in managerial economics, gestione d’impresa, finanza, commercio e commercio con l’estero presso l’Isvor, presso la Piaggio e con il Gruppo Ilpea.

Ha lavorato in Piaggio e FIAT a lungo, con numerosi incarichi di responsabilità anche in ambito Internazionale. Negli ultimi anni ha ricoperto il ruolo di AD di ILPEA Chile e Ilpea Argentina – Santiago de Chile (Chile) Amministratore Delegato - Responsabile dello sviluppo della consociata cilena e di quella argentina. ILPEA è leader mondiale nella progettazione e fabbricazione di guarnizioni magnetiche e di componenti i in pvc, polipropilene e santoprene utilizzati dalle principali Aziende del settore della refrigerazione e dell’ automotive.

55 anni di STORIA

IIl nostro Club ha redatto una pubblicazione sulla storia delle attività svolte nei passati 55 anni, fin dalla fondazione del Club.

Il Rotary Club di Pontedera vanta una ricca storia, raccontata dai una commissione interna che ha svolto autonomamente questo importante lavoro per ricomporre la storia passata e rinverdire la nostra memoria.

 

Il libro è sfogliabile ON-LINE: clicca qui sotto:

55 anni di storia

 

RC Pontedera su FACEBOOK

Il nostro Club ha una pagina FACEBOOK!

La pagina è visibile cliccando sull'immagine qui sotto.

 

Facebook aiuterà il Club ad essere visibile ed a far partecipe la comunità di "amici" delle proprie attività.

 

La pagine verrà aggiornata insieme alle pagine di Archivio e di News del sito e conterrà informazioni e foto sulle attività e sugli eventi pubblici organizzati.

 

Sei invitato per tanto a cliccare "mi piace"!!!

 

Facebook